Tra Newt Scamandro e Lo Hobbit

Tra Newt Scamandro e Lo Hobbit

36893-animali-fantastici-e-dove-trovarli-posterCi immaginavamo tutti il magizoologo Newt Scamandro come un austero, anziano e baffuto studioso di inizio ‘900, vero? E invece da oggi, al cinema, scopriamo che anche lui è stato giovane, come se non bastasse affascinante e, a giudicare dal fatto che Luna Lovegood abbia sposato un suo discendente, intuiamo che ha pure avuto una vita sentimentale al di là dell’amore per le scienze e dello studio del regno animale.

Se J.K. Rowling è riuscita a dettagliare il mondo magico fino alla più piccola creatura magica, questo lavoro di tassonomia svolto da Newt Scamandro non poteva sfuggire a uno dei nostri potterologi, la nostra saggista Chiara Valentina Segré che nella nuova edizione di Potterologia dedica un ampliamento al suo saggio “Non svegliate il drago che dorme: il mondo animale in Harry Potter” raddoppiandolo nei contenuti proprio in vista della saga cinematografica dedicata al magizoologo.

hobbitologia-cover-webIl contributo scientifico di Chiara Valentina Segré non poteva mancare nemmeno in Hobbitologia, la nuova antologia di saggi brevi dedicata al primo romanzo fantasy di J.R.R. Tolkien. Qui il suo “Lo Hobbit tra di noi: quando letteratura e realtà si compenetrano” non è l’unico saggio “naturalista”, infatti è affiancato da “Oltre Smaug: gli animali nello Hobbit” di Martina Frammartino.

Scegliere questa giornata speciale per gli amanti del fantastico per annunciare l’uscita di Hobbitologia che avverrà domani ci sembra un ottimo ponte tra due saghe, quella potteriana e quella tolkieniana, e tra due rappresentazioni, quella su carta e quella su pellicola.

Per quanto riguarda il valore del film, vi rimandiamo alla recensione di un’altra saggista, nonché curatrice di Potterologia, Marina Lenti, pubblicata su FantasyMagazine, che potete leggere qui.

No Comments

Post A Comment